Chi Odia Paga

Logo COP S.r.l.
Logo COP S.r.l.

Chi Odia Paga (COP - www.chiodiapaga.it) è la prima piattaforma legaltech che difende i bersagli di odio online fornendo supporto legale su misura. Si focalizza su condotte d’odio quali revenge porn, hate speech, cyberbullismo, stalking e diffamazione, che dalla vita “reale” sono state traslate a quella virtuale grazie alla proliferazione di strumenti e piattaforme, ovvero dallo sviluppo delle nuove tecnologie di comunicazione. La piattaforma ad oggi è in beta testing. Il primo servizio che andremo ad erogare in questa fase sarà un “feedback legale”, un parallelo automatizzato di un parere legale: all’utente viene sottoposto un profondo questionario di “auto-diagnostica” della condotta subita, alla fine del quale riceverà automaticamente un feedback di risposta che conferma o smentita sulla ipotesi di reato di cui è vittima. Contiamo di inserire nella prima release pubblica (prevista a inizio 2020) i successivi servizi necessari per segnalare l’illecito alle autorità competenti; vale a dire: servizi di legalizzazione del contenuto offensivo (cristallizzazione della prova), takedown, compilazione automatica di diffida, denuncia ed esposto. A tendere la piattaforma sarà integrata con servizi ancillari aggiuntivi che migliorino l’esperienza utente fornendo ad esempio supporto psicologico online (attraverso una partnership con Centro Medico Santagostino), e sarà implementata con un’intera sezione dedicata a blogging e approfondimenti su temi giuridici, racconti di esperienze, studiati ad hoc per ogni tipologia di pubblico a cui ci rivolgiamo, che andranno a costituire la base di uno degli obiettivi di COP: fare educazione digitale e consapevolizzare gli utenti. I principali stakeholders a cui ci rivolgiamo sono: cittadini, tutti, in particolare coloro che appartengono a categorie a rischio di esclusione sociale; soggetti corporate, associazioni ed enti amministrativi che sposino la nostra missione. In particolare, forte focus verrà posto sulle aziende e sulle associazioni, che collaborando, attraverso campagne di crowdfunding, potranno finanziare e rendere completamente gratuito per i cittadini il primo servizio di feedback legale attraverso meccanismi di matching grants: verranno lanciate campagne verticali contro ogni forma di condotta d’odio, cosicchè l’utente potrà usufruire del coupon di sconto a seconda del reato di cui è vittima al momento dell’acquisto del servizio. Tutto il progetto sarà sostenuto da una fitta pianificazione strategica di comunicazione, che coinvolgerà i vari stakeholders, influencer e opinion leader vicini alle nostre tematiche, stampa, nonchè accompagnato da attività di PR come eventi ed occasioni formative rivolte a scuole e aziende, che siano patrocinate dai vari comuni italiani

Destinatari

Tutti i cittadini italiani (bersaglio di odio online)

Tempistiche

Primo pacchetto di servizi già disponibile (primo feedback legale per le vittime di odio online), secondo pacchetto di servizi disponibile in Q1 2020 (servizi per attività non riservate alla professione forense per la difesa delle vittime di odio online: es cristallizzazione prova, take down), terzo pacchetto di servizi disponibile in Q2 2020 (servizi di supporto alle attività riservate alla professione forse finalizzate alla difesa delle vittime di odio online: es redazione di diffide, esposti, querele)

Metriche

Numero di segnalazioni, numero di procedure legali avviate, delta hate speech (differenza tra due monitoraggi di conversazioni online pre e post introduzione della tecnologia)