Partecipa

Per i cittadini

I cittadini possono partecipare in diversi modi al programma Repubblica Digitale:

  • fruendo dei servizi offerti dai progetti delle organizzazioni aderenti alla Coalizione Nazionale per le competenze digitali. Basta aprire la scheda descrittiva del progetto di interesse e accedere al sito web come indicato nella descrizione;
  • contribuendo con proprie proposte, suggerimenti e idee alle consultazioni periodicamente aperte sul sito Partecipa.gov.it nell’ambito del programma e alle discussioni che si sviluppano su Forum.italia.it nella categoria Repubblica Digitale;
  • effettuando una “buona azione” di inclusione finalizzata ad accompagnare una o più persone al corretto utilizzo degli strumenti di cittadinanza digitale e, in generale, vivere in maniera consapevole, sicura e sostenibile l’ecosistema digitale dando, semplicemente, il proprio contributo a rendere migliore il nostro Paese.

Ad esempio, si potrà raccontare a qualcuno in fila in un ufficio pubblico che gli stessi adempimenti possono essere fatti attraverso lo smartphone, aiutare qualcuno a richiedere un’identità digitale, pre-compilare online la dichiarazione dei redditi o, ancora, a fare un pagamento attraverso pagoPA. Sono centinaia le buone azioni di inclusione digitale che ciascuno di noi può fare nel proprio quotidiano.

Raccontare ai più giovani cosa c’è dietro all’app che utilizzano tutti i giorni o come funziona per davvero internet, spiegare loro che i contenuti che pubblicano online sono destinati a restarci per sempre, sono egualmente buone azioni che valgono a promuovere l’uso più consapevole del digitale nel nostro Paese.

Un modo semplice di partecipare a Repubblica Digitale è quindi anche di condividere la propria azione e raccontarla attraverso i propri canali social aggiungendo l’hashtag #RepubblicaDigitale e inserendo un link a questo sito, e invitare altre persone a fare lo stesso.

Come si aderisce

Ogni amministrazione, impresa o organizzazione, per far parte della Coalizione Nazionale Repubblica Digitale, deve inviare la domanda di adesione al Manifesto, impegnandosi a realizzare entro i successivi dodici mesi almeno un’iniziativa coerente con i principi del Manifesto e a promuovere l’adesione al Manifesto da parte di altri enti e cittadini.

Le iniziative, che devono essere inviate attraverso il modulo attivabile su questa pagina e seguendo le istruzioni associate, possono essere relative:

  1. all’alfabetizzazione digitale di base (sia in ambito scolastico che di istruzione agli adulti) e in generale al superamento del divario digitale culturale;
  2. allo sviluppo di competenze digitali per il lavoro (nei cosiddetti percorsi di skilling, upskilling e reskilling);
  3. all’educazione alle tecnologie emergenti e in generale alla diffusione della cultura digitale.

Possono essere proposte per l’adesione anche più iniziative, con invii separati.

Le iniziative saranno valutate dalla segreteria organizzativa in base alla coerenza con il Manifesto, al grado di definizione e al possesso, da parte dei soggetti rappresentanti del richiedente, dei requisiti morali necessari all’adesione (non essere stato interdetto o inabilitato, non essere stato condannato, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione, per i seguenti delitti: delitti contro la Pubblica Amministrazione, l’amministrazione della giustizia, la fede pubblica, l’economia pubblica, l’industria ed il commercio, ovvero per il delitto di omicidio volontario, furto, rapina, estorsione, truffa, appropriazione indebita, ricettazione e per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni; non essere sottoposto a provvedimenti antimafia). La segreteria organizzativa ultimata la verifica comunica al richiedente l’accettazione della sua richiesta di adesione e lo autorizza all’utilizzo del logo di Repubblica Digitale con riferimento alla sola iniziativa proposta.

Qualora il richiedente e/o i suoi rappresentanti perdano tali requisiti e/o pongano in essere comportamenti incompatibili con lo spirito e le finalità del Manifesto o, comunque, tali da pregiudicare l’immagine o la reputazione del progetto o comprometterne il successo la Segreteria organizzativa provvederà, di diritto, a revocare l’adesione al Manifesto.

A seguito dell’accettazione della richiesta di adesione, la Segreteria organizzativa pubblica sulla pagina istituzionale del progetto la notizia dell’adesione del richiedente e la descrizione dell’iniziativa o delle iniziative che questi si è impegnato a porre in essere. L’aderente aggiorna periodicamente la Segreteria organizzativa dell’evoluzione del progetto e alla sua conclusione comunica alla Segreteria i risultati del processo di verifica e misurazione relativo agli obiettivi.

La Segreteria organizzativa, chiesti e acquisiti eventualmente ulteriori dati, elementi e informazioni, pubblica sulla pagina istituzionale del progetto la notizia relativa agli obiettivi conseguiti.